domenica 10 febbraio 2013

"Eros e Agape". Come ti cucino l'amore.


Ennesima ricetta cucinata in questi tre faticosissimi giorni fra forno-piano di marmo-pentole-risvegli bruschi, di cui non posseggo una foto.
L'intro, al solito, care chocoladores vi rassicurerà sul fatto che un piatto non deve essere assolutamente bello per avere una bontà garantita.
NESSUNO DEI MIEI PIATTI RIESCE BENE ESTETICAMENTE.
E credo che anche food blogger più eminenti di me riescano a partorire degli orrori buonissimi, di tanto in tanto; per tanto non scoraggiatevi e armatevi di leccapentole e coperchi.
Grembiuli  in spalla anche stavolta?

"L'amore, l'amore, l'amore..."

Ciò che rende un piatto riuscito è la sua alchimia, l'attrazione brutale ed inafferrabile fra i suoi ingredienti. Per questo, secondo me, il lato estetico conta estremamente poco; il "design" delinea l'essere accattivante di un piatto ma sono molti altri i fattori che lo rendono attraente.
Uno fondamentale è l'odore.
Scommetto che pochi di voi ricordano l'aspetto del dolce che vostra nonna era solita cucinarvi da bambini, quasi sicuramente però ne richiamate l'odore.
Questa mia giustificazione, in parte causata dal fatto che mi trovo a preparare un esame sulla retorica (:P), rappresenta una minima parte del mio pensiero sull'amore.
Le mie relazioni sono sempre andate di pari passo con la cucina e ritengo che qualsiasi cibo ben cucinato riesca a sortire effetti afrodisiaci. Come si cucina bene? Mettendoci l'anima. Per questo noi donne siamo estremamente più portate per la cucina: il nostro corpo prevede la donazione ultima di ogni parte di sé per nutrire, accogliere, crescere l'umanità. Una donna crea e allatta suo figlio, il suo corpo è concepito per quello; e una donna conosce il capriccio dell'amore assoluto e trasformatore, l'amore alchemico e veramente afrodisiaco.
Eros.
L'Eros è l'amore pulsionale e potenzialmente distruttivo; l'immagine di una passione che si morde la coda ed in sé nasce e muore per rinascere. La mia ricetta dell'Eros è una Mousse al Cioccolato Fondente e Peperoncino.
Il cioccolato fondente ha un aroma amaro ed avvolgente, intenso e annichilente. Se contiene cacao ad un'alta percentuale (99%, ad esempio) può risultare perfino immangiabile; alcuni lo impiegano nella preparazione del sanguinaccio, ciò testimonia che in una certa misura il sapore del sangue si sposa con quello del cioccolato. Affascinante... Ed estremamente erotico.
Il dionisiaco dell'amore è, per me, una mousse di semplice riuscita e grande effetto. Vediamone gli ingredienti:

150 gr di cioccolato fondente (scegliete voi la percentuale che più gradite, io ne ho usata una molto bassa per motivi di reperibilità ma vi consiglio un buon 85 %)
300 ml di panna fresca
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
50 ml di acqua
peperoncino in polvere q.b

Cominciamo sciogliendo il cioccolato a bagnomaria,quando avrà raggiunto la morbidezza di una crema unite il peperoncino nella dose da voi considerata adatta alla vostra concezione di Eros.
Mentre raffredda, ponete le fruste dello sbattitore in congelatore per 2 minuti, e così la terrina di acciaio in cui monterete la panna. Ciò aiuterà a montarla meglio.
Mentre starete ammirando lo spettacolo delle nuvole di panna che si innalzano (schizzando incontrastate contro tutti i mobili della cucina...) mettete un pentolino con i due cucchiai di zucchero e l'acqua sul fuoco lentissimo.
A questo punto la vostra panna sarà montata e potrete utilizzare lo sbattitore per montare a sufficienza i due tuorli. Appena sembreranno spumosi e l'acqua e zucchero avranno raggiunto l'ebollizione versateci sopra questi ultimi attivando lo sbattittore nuovamente. Eviterete che i tuorli si "strappino" rendendo la mousse grumosa.
Fate raffreddare il composto e unite il cioccolato, mescolando con una spatola; appena avrà raggiunto una temperatura abbastanza bassa unite anche la panna facendo dei movimenti ampi dal basso verso l'alto.
La vostra mousse dell'Eros è pronta. Versatela in uno stampo da plum cake foderato di pellicola e posizionatela in frigo. Nel frattempo prepareremo la mousse dell'Agape.

Agape.

E' l'amore "utile", che tende al bene reciproco e alla sua realizzazione nel bene. Non conosce la sregolatezza dell'Eros, ne sembra immune. E' l'incarnazione dell'amore cristiano per il prossimo.
L'ideale dell'Agape è incarnato dalla Mousse al Cioccolato Bianco e Pistacchio. La preparazione è identica a quella della mousse dell'Eros; la scelta del cioccolato bianco è giustificata dalla dolcezza lattea di quest'ultimo e dal suo colore di avorio. Il pistacchio, d'altronde ha una consistenza solida che contrasta la scioglievolezza della mousse e rende concreto l'impegno dell'amore che si identifica nell'Agape. L'amore dell'Agape è testimoniato anche da gesti concreti che rendono migliore la vita della persona a cui rivolgiamo il nostro sentimento.
Gli ingredienti?
Cambiano soltanto nell'impiego del cioccolato bianco e dei pistacchi tritati.
Il procedimento?
Lo stesso.
Alla fine, quando avrete la mousse pronta, sistematela sopra quella al cioccolato fondente e riponete in frigo per almeno tre ore.
L'amore ha molte facce ma un'unica espressione. Questo non dimentichiamolo mai.
Grembiuli in spalla ;)
la vostra
Zenzero

Letture consigliate: Confessioni, di Agostino
I pesci non chiudono gli occhi, di Erri de Luca
Kamasutra

Nessun commento:

Posta un commento