martedì 5 febbraio 2013

Pancake "avrei ancora sonno ma devo studiare"

Buongiorno indomiti Chocoladores,

In realtà la cuoca che è in me avrebbe continuato volentieri a dormire per un altro po', ma la mia adorabile gatta ha deciso che il mio fabbisogno giornaliero di sonno era stato soddisfatto e che, al contrario, il suo stomaco non lo era affatto.
Così, versandole nella ciotola (nella quale ho trovato vari oggetti non propriamente di uso alimentare come:un gambaletto, un mio fermaglio e altre cose con cui sospetto la dolce gattina si eserciti nell'arte della macumba...) il "fiero pasto" mi sono posta l'interrogativo cardine dell'umanità.
"E io cosa mangio?"
Così, rovistando in una dispensa che ha dell'incredibile, ho arrangiato dei pancakes integrali dei quali ho rielaborato la ricetta trovata sulla confezione della crusca :

Pancake "Good Morning February" o anche "avrei ancora sonno ma devo studiare, quindi diamoci una botta di calorie":

Due cucchiai di crusca d'avena (potete sostituirli, a piacere, con qualsiasi altro tipo di farina)
Un uovo
1 cucchiaio generoso di formaggio spalmabile
1 bel cucchiaio di miele d'arancio
scorza di limone a piacere
Frutta fresca a piacere
Burro

La ricetta è facilissima, non preoccupatevi cuochine assonnate; è riuscita a me, che avevo lasciato gli occhiali in macchina...
Sbattete l'uovo incorporandovi il miele; aggiungete il formaggio spalmabile (in mancanza di esso potete usare benissimo uno yogurt) e i due cucchiai di crusca. Versate la scorza di limone e scaldate una noce di burro in una padella. Aiutandovi con il primo utensile da cucina che vi capiterà a tiro nei fumi del sonnolento risveglio, versate il composto nella padellina e fino a doratura su entrambi i lati. Ho accompagnato il pancake con delle banane,della granella di nocciole e ulteriore miele. Voi scegliete ciò che vi piace di più; della frutta fresca con delle scaglie di cioccolato fondente potrebbero essere un'ottima soluzione! Se non aveste voglia di "perdere troppo tempo" sì, potete semplicemente spalmarlo Nutella, Marmellata, quello che, nella fretta mattutina, vi andrà di mangiare.
Onestamente non posso mettere una foto perché Zenzero la mattina ha i riflessi un po' ritardati e se ne è ricordata soltanto quando il pancake sarebbe stato visibile soltanto mediante radiografia.
Il consiglio?
Non destreggiatevi con insolita baldanza fra i fornelli, alle 7 del mattino. Nessuno vi vedrà e Gordon Ramsay non urlerà contro le vostre malcapitate occhiaie se non fate saltare il pancake in aria riprendendolo dopo aver inscenato un balletto.
Fidatevi, la cucina è civetteria ; e io, raramente vi dirò di usare il sac à poche per guarnire la merenda dei vostri figli.
Il cibo è un piacere, se lo complichiamo ulteriormente diventa un lavoro!

Quindi grembiuli in spalla:
FACCIAMO COLAZIONE!

Un abbraccio farinoso già alle 8 del mattino,
Vostra
Zenzero

Nessun commento:

Posta un commento